martedì 9 aprile 2013

divinazione dei corpi rossi




Nella costellazione disegnata
a mano libera dall’occasione
si indovina un futuro
di sorbetti e morsi
alla polpa di stagione
e pigrizie
ammorbidite in poca luce

Gli aruspici confonderebbero i segni
dell’archetipo privato dei pianeti:

sono stelle senza un nome
e così calde



5 commenti:

  1. anche esaminare le viscere è un'arte!
    Complimenti per la costellazione che ne è sgorgata...

    RispondiElimina
  2. bravissima negli a-capo. la parola "archetipo", in poesia, è molto pesante. l'allitterazione in "p" di quel verso non la alleggerisce, però le dà più ritmo.
    ciao (come stai?)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao :) sto bene anche se, come vedi, ho poco tempo per il web..
      comunque a leggere sono sempre passata

      ti ringrazio tanto per i tuoi consigli e apprezzamenti
      a presto..

      Elimina